Museo della Follia. Da Goya a Bacon

 

Il MuSa, Museo di Salò, ospita fino al 16 novembre 2017 la nuova esposizione del "Museo della Follia. Da Goya a Bacon"

Un percorso eterogeneo di oltre 200 opere tra dipinti, fotografie, sculture, oggetti e istallazioni multimediali sul tema della follia: inaugurata in marzo, nel MuSa, Museo di Salò, la mostra “Museo della Follia. Da Goya a Bacon” sarà visitabile fino al 16 novembre 2017. La mostra itinerante è a cura di Vittorio Sgarbi

I visitatori sono accolti sul lungolago con una vera e propria anteprima del museo fuori dalle pareti del MuSa: il container “L’Intonapensieri” che ospita al suo interno 9 installazioni interattive.
Il viaggio continua all’interno del MuSa dove i visitatori possono immergersi in un’atmosfera suggestiva lasciandosi guidare dalle emozioni. Il senso di smarrimento, infatti, è l’unica vera guida a questa mostra.

Il Museo si articola in diverse sezioni. Il percorso si apre con le opere, in parte inedite, di grandi maestri della storia dell’arte internazionale come Francisco Goya, Franz von Stuck, Francis Bacon, Adolfo Wildt, Jean-Michel Basquiat e nazionale.

 

L’esposizione propone numerose istallazioni, sculture, ritratti di pazienti degli ex manicomi d’Italia, immagini, documenti e oggetti che raccontano le condizioni umilianti di questi luoghi di contenzione.

Tra le opere un olio esposto in mostra in anteprima mondiale, opera di Adolf Hitler.

Così presenta la mostra il curatore Vittorio Sgarbi: “Un repertorio, senza proclami, senza manifesti, senza denunce. Uomini e donne come noi, sfortunati, umiliati, isolati. E ancora vivi nella incredula disperazione dei loro sguardi. Condannati senza colpa, incriminati senza reati per il solo destino di essere diversi, cioè individui. Nella storia dell'arte, anche prima dei casi clamorosi di Van Gogh e di Ligabue, molti sono gli artisti la cui mente è attraversata dal turbamento, che si esprimono in una lingua visionaria e allucinata. Ognuno di loro ha una storia, una dimensione che non si misura con la realtà, ma con il sogno”.

La mostra è visitabile da martedì a domenica. Gli orari sono: in aprile e maggio 10.00 – 19.00; da giugno a settembre 10.00 – 20.00; in ottobre e novembre 10.00 – 19.00.

Informazioni: www.museodellafollia.it


Articoli correlati

 
Arriva il Carnevale di Arco con i carri allegorici
 
Va in scena Gardaland Magic Halloween
 
Festa dell'uva e del vino Bardolino